La valle

La Valle Vigezzo è situata nelle Alpi Lepontine, nell’estremo lembo orientale del Piemonte e a pochi chilometri dal confine italo-svizzero.   Con la dolce morfologia del suo altopiano di origine glaciale, costituisce un accesso privilegiato alla più aspra Val Grande, l’area wilderness più vasta d’Italia.
Ognuno dei sette comuni ha proprie piccole frazioni che conservano intatta l’atmosfera della passata vita rurale.
La peculiarità della Valle Vigezzo deriva dal percorso della sua storia; essa è stata una valle di grande e fortunata emigrazione verso le città italiane e transalpine.   Coloro che lasciavano la valle in cerca di fortuna erano soprattutto spazzacamini, fumisti e pittori, cioè persone che praticavano una professione svincolata dall’economia di sussistenza tipica del mondo alpino.
La Valle Vigezzo è una valle unica tra quelle dell’Ossola. E’ un corridoio tra l’Ossola e il Ticino, non ha un inizio e una fine, è un vasto altipiano a 800 m di quota coperto di boschi. Alle spalle dei paesi si apre l’ambiente naturale vigezzino: boschi radi di conifere, distese verdi, linee dolci, pascoli alberati, rustici pastorali che quasi si nascondono fra rocce e alberi nella vastità della montagna; il tutto ravvivato da fiori di ogni specie, da frutti del sottobosco, da ricercatissimi lunghi, ed animato da caprioli, cervi, camosci.
Per chi apprezza la montagna le cime della Valle Vigezzo possono offrire sensazioni uniche.   Dalla sommità delle vette, si spazia su paesaggi affascinanti con orizzonti vastissimi. Nell’incanto del tramonto o alle prime luci dell’alba si può spiare e cogliere il messaggio del silenzio, dell’infinito e ritrovare pienamente se stessi.   Andare per i nostri sentieri e mulattiere è bello sempre: in autunno avanzato o alle soglie dell’inverno prima delle grandi nevicate, in primavera quando la natura si risveglia o in estate quando esplode con i suoi mille colori.   Per voi che percorrete le montagna vigezzine perché sentite il lascino irresistibile dei suoi tesori – minerali, flora, fauna, panorami, genti – ebbene: la Valle è vostra!